CAFFÈ E GRASSI

La caffeina aumenta l’ossidazione dei grassi durante lo sforzo,
soprattutto al pomeriggio.
Prof. Francesco Vittorio Costa

E’ noto che maggiori tassi di ossidazione dei grassi (a scapito di un minor
consumo di carboidrati) durante un esercizio moderato, aiutano a risparmiare
le riserve di glicogeno muscolare ed epatico degli atleti di resistenza durante
l’allenamento e la competizione. Negli atleti peraltro, è noto che le prestazioni
di resistenza sono peggiori al mattino presto e a tarda sera rispetto al
pomeriggio. Questa differenza è stata spiegata dalla temperatura corporea
più alta, dall’aumentata attivazione neurale, dalle proprietà contrattili del
muscolo scheletrico e dalle concentrazioni plasmatiche di catecolamine più
elevate riscontrate in risposta all’esercizio pomeridiano rispetto al mattino e
alla sera
Secondo un nuovo studio, assumere caffeina o bere caffè forte mezz’ora
prima dell’esercizio aerobico può aumentare la combustione dei grassi. Gli
effetti della caffeina sono maggiori se l’esercizio viene fatto nel pomeriggio
piuttosto che al mattino . L’autore dello studio ha osservato che,
comunemente, per aumentare l’ossidazione dei grassi, si raccomanda di fare
esercizio a stomaco vuoto al mattino. Tuttavia, questa raccomandazione
potrebbe mancare di una base scientifica, poiché non è noto se questo
aumento sia dovuto all’esercizio mattutino o al fatto di non mangiare per un
periodo di tempo più lungo. Nell’ambito dello studio, 15 uomini (con un’età
media di 32 anni) hanno completato un test da sforzo quattro volte a intervalli
di 7 giorni. Hanno assunto una dose di 3 mg / kg (3 milligrammi per ogni
chilogrammo di peso corporeo) di chicchi di caffè verde in polvere (una

tazzina d’espresso ne contiene da 50 a 100 mg a seconda della temperatura
dell’acqua e del tipo di miscela ) o di un placebo sciolto in acqua. Ogni
persona ha completato il test in tutte e quattro le condizioni in ordine casuale
e ha assunto la caffeina o il placebo 30 minuti prima di ogni test alle 8:00 e
alle 17:00.
Nei giorni di prova, i partecipanti dopo aver assunto la caffeina o il placebo, si
sono riposati per 30 minuti prima di iniziare un esercizio al cicloergometro . Il
team di ricerca ha standardizzato le condizioni prima di ogni test, comprese le
ore trascorse dall’ultimo pasto, il consumo di stimolanti e l’esercizio fisico, e
ha misurato l’ossidazione dei grassi, il massimo consumo di ossigeno e
l’intensità dell’esercizio. Lo studio ha evidenziato che l’assunzione di una
dose di caffeina 30 minuti prima di un allenamento aerobico aumenta
l’ossidazione dei grassi durante l’esercizio, indipendentemente dall’ora del
giorno. Allo stesso tempo, a parità di ore di digiuno, il tasso di combustione
dei grassi era più alto nel pomeriggio che al mattino. Rispetto al placebo, la
caffeina ha aumentato l’ossidazione dei grassi del 10,7% al mattino e del
29% al pomeriggio. La caffeina ha anche aumentato l’intensità dell’esercizio
dell’11% al mattino e del 13% nel pomeriggio. Anche il massimo consumo di
ossigeno è stato maggiore nel pomeriggio.
Nel complesso, questi risultati suggeriscono che una combinazione di
assunzione acuta di caffeina ed esercizio fisico a intensità moderata nel
pomeriggio fornisce lo scenario migliore per le persone che cercano di
aumentare l’ossidazione del grasso corporeo durante l’esercizio aerobico.

Journal of the International Society of Sports Nutrition volume 18,
Article number: 5 (2021) Cite this article

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri articoli

ASIAM Associazione Scientifica Interdisciplinare Aggiornamento Medico