SE IL CUORE SI STANCA

Chi si stanca facilmente rischia un futuro da cardiopatico
Prof. Francesco Vittorio Costa

Una recente ricerca ha dimostrato che le persone che si stancano molto effettuando un esercizio molto leggero potrebbero essere maggiormente a rischio di malattie cardiache
rispetto ad altre che non hanno lo stesso livello di stanchezza.
Lo studio, apparso sul Journal of American Heart Association, ha esaminato un pool di partecipanti di 625 persone con un’età media di 68 anni.
Si trattava di soggetti arruolati nel Baltimore Longitudinal Study of Aging che erano stati sottoposti ad almeno due controlli clinici nel periodo compreso tra il 2007 e il 2015 ed erano stati classificati per livello di rischio CV utilizzando le tabelle del rischio di Framingham. Quindi, mediamente 4,5 anni dopo la valutazione del rischio, ciascun partecipante è stato sottoposto a un test che consisteva in una camminata estremamente lenta. Ogni persona ha dovuto camminare per 5 minuti su un tapis roulant ad un ritmo di 1,5 miglia all’ora. Questo test da sforzo doveva esaminare la loro “faticabilità”.
Dopo aver studiato tutti i dati, i ricercatori hanno scoperto che quelli che avevano negli anni precedenti punteggi di rischio cardiovascolare più alti avevano maggiori probabilità di riferire che questo semplice esercizio fisico era estenuante. L’associazione rischio CV elevato/faticabilità era particolarmente robusta nei soggetti di età <70 anni, negli ipertesi e negli obesi.
Per meglio comprendere l’associazione tra i singoli componenti del rischio CV e la faticabilità percepita, ciascun componente del punteggio di rischio è stata valutata in modo indipendente, tenendo conto dell’età, del sesso e della razza. L’età più avanzata è stata associata in modo più forte alla maggiore faticabilità percepita, seguita dal sesso femminile.

Tra i restanti fattori di rischio CV, la presenza di ipertensione era la più fortemente associata a una maggiore faticabilità percepita
Lo studio fornisce alcuni suggerimenti di utilità pratica. Quando una persona si stanca molto per sforzi lievi, bisogna sempre sospettare che sia un soggetto ad elevato rischio CV. Parimenti, un miglior controllo dei fattori di rischio può incidere in maniera favorevole sulla capacità di tollerare l’esercizio fisico

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri articoli

Da newence.com

ALCOL E FUMO? MEGLIO NO

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista internazionale Scientific Reports, il bere e il fumare quotidianamente può associarsi a un modesto aumento dell’età relativa del cervello rispetto a

Uno studio californiano

A COSA SERVE IL DIGIUNO

SERVE IL DIGIUNO INTERMITTENTE? Da tempo si discute sul valore del digiuno intermittente. Studi eseguiti sui topi limitando l’assunzione di cibo ad una finestra di