TRATTARE L’IPERTENSIONE

Per trattare l’ipertensione è meglio il Clortalidone o l’Idroclorotiazide?

Prof. Francesco Vittorio Costa

Le linee guida dell’Ipertensione del 2017 dell’American College of Cardiology / AmericanHeart Association raccomandano l’uso dei diuretici tiazidici e similtiazidici come terapia di prima linea. L’idroclorotiazide è il diuretico più utilizzato ma le linee guida suggeriscono che il clortalidone sia migliore in quanto ha una durata d’azione maggiore e produrrebbe una maggiore riduzione degli eventi cardiovascolari. Gli autori di questo studio hanno esaminato gli effetti del clortalidone rispetto all’idroclorotiazide nel trattamento di prima linea dell’ipertensione utilizzando un database di oltre 700.000 pazienti. Questo studio ha mostrato che, in contrasto con quanto suggerito dalle linee guida, l’idroclorotiazide viene utilizzata molto più spesso, infatti, dei 730225 pazienti esaminati in questo studio, 693337 erano trattati con idroclorotiazide e solo 36918 erano trattati con clortalidone Questo studio però, ha evidenziato che il clortalidone non fornisce maggiore protezione cardiovascolare rispetto all’idroclorotiazide ma è causa più anomalie della funzionalità renale e disturbi elettrolitici rispetto all’idroclorotiazide. Ci sono stati solo 149 eventi nel braccio clortalidone, ma la loro frequanza non era statisticamente inferiore rispetto al braccio idroclorotiazide. L’outcome cardiovascolare composito infatti era HR 1,00 [IC 95%, 0,85-1,17]. Quindi non si è osservato alcun vantaggio nei soggetti trattati con clortalidone, ma sfortunatamente si sono osservate più reazioni avverse. Ipopotassiemia [HR 2.72; 95% CI, 2,38-3,12], iponatriemia [HR 1,31; 95% CI, 1,16-1,47], ipomagnesemia [HR 1.57; IC al 95%, 1,16-2,12] e insufficienza renale acuta [HR, 1,37; 95% CI, 1,15-1,63]. Quindi nessun chiaro vantaggio, ma una lunga lista di reazioni avverse. Gli autori concludono che forse le linee guida dovrebbero rivedere le loro conclusioni. Quindi per tutti i medici che hanno continuato ad usare l’idroclorotiazide, non seguire le linee guida potrebbe aver pagato. Sebbene lo studio non sia prospettico e randomizzato, questi dati del mondo reale suggeriscono che non ci sono ragioni per preferire il clortalidone che anzi, a parità di efficacia sugli eventi, presenta una maggior frequenza di reazioni avverse. Hripcsak G, et al. Comparison of Cardiovascular and Safety Outcomes of Chlorthalidone vs Hydrochlorothiazide to Treat Hypertension. JAMA Internal Medicine : 17 Feb 2020.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri articoli

ASIAM News

MIGLIORARE L’ARIA

Ridurre l’inquinamento atmosferico salverebbe 50.000 vite ogni anno nelle città europee Ridurre l’inquinamento atmosferico ai livelli raccomandati dall’OMS impedirebbe più di 50.000 morti all’anno nelle

ASIAM News

INFARTO DEL MIOCARDIO

Studio sulle cause dell’infarto miocardico con coronarie libere Circulation 2021;143:624-640. Recentemente è stato pubblicato su Circulation uno studio internazionale multicentrico che ha arruolato 301 donne

ASIAM Associazione Scientifica Interdisciplinare Aggiornamento Medico